Tutti quelli (e sono tanti) che dicono che Candreva ha sbagliato





Sono due principalmente le accuse che vengono mosse ad Antonio Candreva, il calciatore dell’Inter che, nella giornata di ieri, ha mostrato l’intenzione di pagare la mensa alla ragazzina di Minerbe esclusa dal servizio dal sindaco della Lega che aveva preparato, per lei, un pasto a base di scatoletta di tonno e cracker. La prima è quella di essere un calciatore di Serie A che, visti gli stipendi, può permettersi di fare gesti benefici come questo: pertanto non c’era bisogno di sponsorizzare l’iniziativa. Candreva, le critiche al gesto del calciatore dell’Inter La seconda accusa mossa a Candreva è quella di aiutare una bambina straniera e di mettere in secondo piano i bambini italiani. Basta fare un giro sui social network, andare a cercare i post di verie testate – anche quello di Giornalettismo – per scoprire un certo sentiment diffuso, minoritario ovviamente ma non trascurabile, in merito al gesto di Antonio Candreva. «Sarebbe un bel gesto pagare a tutti i bambini della classe, per evitare discriminazioni» – si legge in un commento. «Sarebbe stato ancora più bello se avesse mantenuto l’anonimato» – ricorda un altro utente dei social network

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 9 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »