Professoressa sospesa: i suoi alunni avevano paragonato il decreto sicurezza di Salvini alle leggi razziali





I suoi alunni dell’istituto industriale Vittorio Emanuele III avrebbero realizzato e proiettato all’interno della scuola un lavoro in occasione della giornata della memoria. In questo power point, i ragazzi hanno provato ad accostare quanto fatto con gli ebrei durante la seconda guerra mondiale e con le leggi razziali al decreto sicurezza di Matteo Salvini. Per questo una professoressa di Palermo è stata sospesa per due settimane dall’insegnamento. Professoressa Palermo sospesa per accostamento leggi razziali-decreto sicurezza di Salvini Si tratta di una docente che ha insegnato per circa 20 anni in quell’istituto e che, adesso, tutti i suoi colleghi stanno cercando di supportare in questo momento difficile. La sospensione è stata decisa in seguito all’ispezione del provveditorato agli studi, che a sua volta l’aveva disposta dopo che era arrivata una segnalazione sui social network rilanciata anche dal sottosegretario della Lega Lucia Bergonzoni. «Se è accaduto realmente — scriveva l’esponente del Carroccio — andrebbe cacciato con ignominia un prof del genere e interdetto a vita dall’insegnamento.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 16 Maggio 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »