Papa Ratzinger e la lettera dirompente sulla pedofilia: «Collasso morale iniziato nel ’68»





Chi sta dentro alle cose del Vaticano sostiene che la lettera di diciotto pagine con cui Papa Ratzinger affronta il tema della pedofilia nella chiesa sia stata scritta per completare le conclusioni emerse dal Congresso delle conferenze episcopali di tutto il mondo sul tema, convocato da Papa Francesco e svoltosi nel mese di febbraio del 2019. Completare, perché secondo Joseph Ratzinger il meeting si è concluso senza una forte base teologica, che le sue parole – invece – contribuiscono a costruire. La lettera di Papa Ratzinger sulla pedofilia nella chiesa E suonano come terribili e minacciose per il destino della Chiesa, che si annuncia divisa nel futuro perché scelte difficili, radicali, che non prevedono scorciatoie andranno a mettersi contro i «collassi morali» del secolo. Proprio sull’espressione «collassi morali» Benedetto XVI insiste tanto. Il papa emerito – che annunciò le sue dimissioni nel 2013 – ha ritenuto opportuno collegare il problema della pedofilia nella Chiesa a quel clima di permissione che si venne a creare dopo le rivoluzioni del 1968

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 11 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »