Mara Carfagna bacchetta Salvini in aula: «Non siamo a scuola»





L’aula della camera dei deputati per un attimo si è trasformata in una aula “scolastica”. L’invito a comportarsi in maniera degna al luogo arriva direttamente dalla vicepresidente Mara Carfagna che dopo aver bacchettato il Partito Democratico per i suoi cartelli, ha richiamato all’ordine anche il ministro dell’Interno Matteo Salvini, gelandolo dopo la sua battuta. Mara Carfagna bacchetta Salvini in aula: «Non siamo a scuola» A iniziare la diatriba è stato il Partito Democratico, che un attimo prima della risposta di Matteo Salvini all’interrogazione ha alzato dei cartelli di protesta. Su quello esposto dalla deputata Alessia Morani c’era scritto un bel «49», in riferimento ai milioni che la Lega deve restituire allo Stato, mentre su quello alzato da Alessia Rotta c’era scritto «non sei il benvenuto», riprendendo gli striscioni con cui si è dovuto confrontare Matteo Salvini nei suoi ultimi comizi. «Rimuova quel cartello, sa che il regolamento non lo consente» taglia corto Mara Carfagna, dando la parola al ministro per rispondere all’interrogazione

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 15 Maggio 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »