Il padre della fidanzata di Conte rischia di andare a processo per peculato





Cesare Paladino, manager e imprenditore e padre della fidanzata di Giuseppe Conte, rischia di andare a processo. L’accusa è di peculato: non avrebbe versato le tasse di soggiorno pagate dai clienti del Grand Hotel Plaza, gestito dalla società di cui Paladino è amministratore unico. Il padre della fidanzata di Conte rischia di andare a processo per peculato Il pubblico ministero Alberto Pioletti ha chiesto il rinvio a giudizio per Cesare Paladino, 77 anni, con l’accusa di peculato. Il manager, amministratore unico della società Unione Esercizi Alberghieri di Lusso s.r.l., che gestisce anche il «Grand Hotel Plaza» non avrebbe versato alle casse del Campidoglio le tasse di soggiorno pagate dai clienti dell’albergo, per 5 anni consecutivi dal 2014 al 2018. Una violazione della delibera risalente al luglio 2010, che obbliga ogni albergatore a versare al Comune la somma pagata dai clienti per il contributo di soggiorno entro il sedicesimo giorno della fine di ciascun trimestre.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 10 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »