Il ministro dell’Istruzione Bussetti: «La scuola tutela i migranti, ma prima pensiamo ai nostri giovani»





Nemmeno la scuola, un universo che è sempre stato considerato il luogo dell’educazione per eccellenza, il luogo di garanzia del diritto all’istruzione per tutti, sfugge al mantra del governo giallo-verde, slogan primario della Lega: «Prima gli italiani». A farlo capire è il ministro dell’Istruzione, dell’università e della Ricerca Marco Bussetti, che ha risposto a un’intervista del quotidiano La Stampa nell’analizzare l’atteso calo degli studenti nei prossimi anni. Marco Bussetti analizza le prospettive della scuola Secondo una stima arrivata direttamente da uno studio commissionato da Skuola.net, infatti, nel prossimo anno le scuole italiane avranno circa 70mila alunni in meno, che saranno in tutto 360mila nei prossimi cinque anni.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 9 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »