Caso mensa a Minerbe, Fratoianni attacca: «Fa schifo umiliare così una bambina»





Le hanno dato del tonno e dei cracker a mensa, perché i genitori erano indietro con i pagamenti del servizio di ristorazione scolastico. Il caso avvenuto a Minerbe ha tenuto banco per tutta la giornata di oggi. Il provvedimento è stato voluto dal sindaco della Lega della cittadina in provincia di Verona ed è stato giustificato con il fatto di voler essere corretti anche nei confronti di tutte le famiglie che pagano regolarmente la mensa.  Minerbe, il caso della bambina a cui è stato dato tonno e cracker a mensa La domanda è: ha senso discriminare in questo modo una bambina, una minorenne, che senz’altro non può avere colpe per i mancati pagamenti dei familiari.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 8 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »